Psicoterapeuta • Coach • Formatore

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio! Ma con l’E.M.D.R. si può

Lo sapevate che i sette vizi capitali, la superbia, l’avarizia, la lussuria, l’invidia, la gola, l’ira e l’accidia sono dei vizi che rappresentano le debolezze, le mancanze e i difetti dell’animo umano? E che esercitati con continuità portano al deperimento la nostra vita favorendo l’inaridimento della nostra anima? Esatto! I vizi si antepongono alle virtù fondamentali, cioè ai valori nobili verso i quali protendere e portano l’individuo alla propria autodistruzione. Così la superbia, il desiderio irrefrenabile di essere superiori fino al disprezzo delle persone, delle leggi porta verso il più grande dei peccati: erigersi a Dio. L’avarizia, la scarsa disponibilità a spendere e donare se stessi porta all’egoismo ed allontana dall’altruismo. Così la lussuria, la ricerca irrefrenabile del piacere in tutti i sensi, fine a sé stesso, può farci perdere completamente il controllo mentale della realtà al punto di perdere coscienza, etica e lucidità. Ogni vizio capitale porta l’uomo verso la sua involuzione, bloccando lo sviluppo della sua maturazione. Così farà l’invidia, che fa percepire come un dolore personale il benessere degli altri e li colpevolizza come se non meritassero di avere i vantaggi e i successi ottenuti. Così la gola favorisce l’ingordigia, cioè l’abbandono e l’esagerazione ai piaceri della tavola, cercando di acquisire di più di quello che il nostro organismo e la nostra persona possa avere bisogno, compromettendo la salute. Ma non dimentichiamoci dell’ira, la rabbia, l’aggressività gratuita che quando manifesta viene rivolta contro gli altri e contro il mondo, oppure può diventare una forma passiva di indifferenza, apatia, freddezza e quindi inibire la nostra personalità. Infine parliamo dell’accidia, questo torpore malinconico di inerzia nel vivere e nel compiere opere positive di bene per se stessi e per gli altri dove predominano e comandano la pigrizia, la svogliatezza, l’apatia e portano la persona a morire lentamente assopendo la vitalità. Vizi comportamentali, caratteristiche psicologiche che se esercitate continuativamente portano ogni essere umano verso il fallimento delle proprie capacità evolutive di vita e verso l’insuccesso. Cosa fare nel momento in cui scopriamo di essere schiavi di tentazioni e di tendenze di questo genere? I vizi si possono risolvere attraverso tecniche terapeutiche come l’E.M.D.R. quindi possono essere gestiti attraverso l’esercizio delle virtù ed il mettersi in discussione. Ecco le cure da esercitare per ogni vizio capitale da implementare con l’E.M.D.R. Per l’ira bisogno esercitare attività di pazienza; per la vanità bisogna esercitare comportamenti d’umiltà; per la superbia bisogna favorire azioni di modestia; per l’invidia rendersi disponibili agli altri; per l’avarizia esercitare giornalmente la generosità e quindi, per la tristezza favorire la gioia; per la gola esercitare la moderazione, per la lussuria riportarsi al dominio di se stessi e per l’accidia esercitare la tolleranza. Ma ricordiamoci che al di là delle azioni intraprese come esercizio, in ogni caso abbiamo bisogno di avviare almeno tre/sei sedute terapeutiche per mettersi in discussione. I nostri vizi capitali potrebbero continuare a persistere se non sappiamo metterci in gioco e quindi non sappiamo ammettere i nostri errori, riconoscerli e trovare delle soluzioni attraverso l’aiuto di life coaching terapeutico in modo tale che la nostra personalità possa crescere e maturare per non rimanere schiavi delle automatismi comportamentali che apparentemente possono darci soddisfazione immediata, ma in realtà negarci la felicità della vita. Con tre/sei sedute di E.M.D.R. puoi avviare il tuo cambiamento. Perché no!

Se vuoi saperne di più chiamami al 0293904504.

Steve Benedettini
Psicologo / Coach

I commenti sono chiusi