Psicoterapeuta • Coach • Formatore

I tradimenti e la coppia: perchè?!

Innamorarsi è un’esperienza bellissima, travolgente, coinvolgente. Si decide a volte di cambiare le propri abitudini, di smussare alcuni lati del proprio carattere, di essere meno radicali nelle proprie convinzioni, il tutto per l’altra persona. Una persona che merita il nostro amore, i nostri sforzi.

Si inizia in questo modo una vita a due, appagante, fatta di sentimenti positivi, emozioni intense, una riorganizzazione dei propri spazi e dei propri tempi. Per il proprio compagno si sarebbe disposti a tutto, è sempre nei nostri pensieri, lo sogniamo a occhi aperti e ci ripetiamo “Tutto questo non dovrà finire mai!”. Sembrerebbe che il tradimento in questa prima fase non sia nemmeno possibile immaginarlo, sia una cosa che non riguardi la nostra coppia.

Ma proprio noi ci ritroviamo a scambiarci occhiate con un ragazzo/a incrociato al bar, per strada, al supermercato e senza nemmeno pensarci sorridiamo, cerchiamo un contatto, senza sapere nemmeno noi, forse, dove ci porterà questo nostro comportamento.

Ci si trova a tradire al di là di tutti i pensieri elaborati: il tradimento, cos’è, di che tipo è, perdonare o meno? Argomento molto delicato e che fa schierare le persone secondo opinioni molto differenti.

“Io non perdonerò mai!!!”, “Io non potrei mai tradire…”, “Se fosse solo un’avventura…vabbè può capitare”, “se mi tradisse rimetterei in discussione tutta la nostra coppia, ma se il sentimento rimane…si potrebbe ricominciare!”. Sono solo alcuni esempi di opinioni che noi tutti abbiamo, personali e soggettive.

Al di là delle nostre convinzioni rimane però un’esperienza comune a tutti gli uomini e le donne: l’istinto. L’istinto dell’essere maschio e dell’essere femmina, che ci porta al contatto, all’avvicinamento, al voler creare l’occasione quando incontriamo una persona che ci stuzzica, che ci piace, che risveglia il nostro interesse. Un comportamento innato che fa parte della nostra natura, al di là del fatto che siamo più o meno felicemente fidanzati, sposati o meno. Il nostro status sociale non ci protegge dal provare interesse e dal provare emozioni che nascono dentro di noi nei confronti di persone differenti dal nostro partner.

Ma cos’è che ci ferma, che non ci fa passare all’azione allora? Perché, se è vero che l’istinto ci guiderebbe verso poligamiche relazioni, è altrettanto vero che non tutti viviamo contemporaneamente più relazioni! Il nostro sentire, le nostre emozioni, ci condurrebbero ad approfondire le nuove conoscenze interessanti, ma nel momento in cui si è scelto nella propria vita di legarsi sentimentalmente a un’altra persona che si ama, molte volte si preferisce evitare complicazioni ed evitare nuove potenziali avventure. Cos’è questo freno che si innesca più o meno automaticamente?

La nostra cultura ci impone matrimoni monogami, ma se andiamo oltre i nostri vicini confini scopriamo culture poligamiche. Vediamo quindi come già la matrice culturale e religiosa in cui siamo immersi e cresciuti determina il nostro modo di approcciare e vivere la sfera affettiva e sessuale.

La cultura, la morale e la religione da una parte, l’istinto dall’altra. Eterna lotta tra impulsi e convenzioni sociali presenti nell’uomo?

Ma quando si parla di tradimenti non basta fermarsi a questa parte intraindividuale!

Infatti il tradimento presuppone una relazione, quindi un legame tra due persone. E quando un partner tradisce, l’altro subisce il tradimento. E il partner è un grosso deterrente al tradimento… o forse anche un catalizzante?

Il senso di colpa è un’emozione legata all’esperienza di una relazione extra rispetto al rapporto di coppia, che si scatena quando si pensa a ciò che si è fatto o si sta facendo al proprio partner. Anche quando l’amante è solo un gioco, una distrazione, questo senso di colpa è presente nello stare in coppia.

Ma quali sono i motivi che ci spingono a tradire? Quali sono i pensieri che ci sfrecciano per la testa quando avvertiamo la possibilità di una nuova avventura?

10 MOTIVI PERCHE’ SI TRADISCE

  1. L’amante mi dà quello che mi manca dal mio partner;
  2. C’è attrazione fisica, sesso ed erotismo
  3. Fase di noia nel rapporto di coppia scontato;
  4. Voglia di trasgressione, curiosità e doppia vita;
  5. Nostalgia dei tempi passati, di sentirsi ancora giovani e piacevoli;
  6. Bisogno di sedurre ed essere sedotti, narcisismo;
  7. Per un’intesa travolgente, coinvolgimento emotivo;
  8. Per gioco, ricerca di divertimento, per abitudine;
  9. Per uscire dalla pressione dello stress, sentirsi valorizzati;
  10. Per evadere, per sentirsi un altro, per punire.

Questi sono solo alcuni dei pensieri che, nel momento in cui proviamo un’attrazione o avremmo voglia di approfondire un rapporto, inizieranno a comparire nella nostra mente. Le ragioni che ci spingono a cercare fuori dalla coppia un qualcosa di diverso sono molte come possiamo vedere, tutte legate alla singola persona: si sta vivendo un momento di noia e quindi si è particolarmente spento e si ha bisogno di nuova adrenalina, oppure conosciamo una persona che ci travolge emotivamente e non solo, con la sua personalità.

Ma… sono forse solo semplici giustificazioni razionali al nostro volerci far trasportare dal nostro istinto?

Tutti questi motivi sono infatti legati alla nostra parte istintuale, fanciullesca, alla quale vorremmo abbandonarci, anche solo per una volta.

A queste motivazioni se ne contrappongono altrettante che, al contrario, ci limitano e vincolano nel nostro modo di vivere. Ecco i 10 motivi per cui invece NON SI TRADISCE!

10 MOTIVI PER NON TRADIRE:

  1. Per fedeltà e mancanza del bisogno di farlo perché soddisfatti;
  2. Per principio, fede e convinzione matrimoniale;
  3. Paura di perdere la propria famiglia e la stima degli altri;
  4. Pauras di sentirsi sbagliati, colpevoli e non sentirsi interessanti per gli altri;
  5. Per paura di essere scoperti e per non far soffrire l’altro;
  6. Per paura di perdere le nostre sicurezze;
  7. Per mancanza di coraggio e rischiare la nostra vita;
  8. Perché pensiamo a come staremmo noi a essere traditi, quindi lo immaginiamo soltanto;
  9. Non amiamo sentirci dei traditori e non       sappiamo farlo;
  10. Rischieremmo di innamorarci e non sapremmo gestire tutte le emozioni correlate.

A differenza dei precedenti dieci punti qui troviamo preminente la ragione, la morale e la cultura. Non tradire significa voler rispettare un rapporto, il partner, proteggere quando insieme si è costruito e la propria relazione d’amore.

Possiamo quindi vedere come non esistano reali motivi per cui sia giusto, legittimato, il tradire, e come non esistano motivi totalmente vincolanti per il non tradire.

Si traduce il tutto alla lotta tra istinto e ragione che convivono, non molto pacificamente direi, all’interno dell’uomo.

L’uomo non è solo istinto. L’uomo non è solo ragione. Ma è questa sua complessità che lo rende un essere originale e creativo!

Possiamo quindi concludere che se è vero che è insito nella natura umana l’istinto di andare alla ricerca di diverse relazioni, anche solo sessuali, è vero anche che l’uomo non è un animale senza ragione! Le sovrastrutture della cultura e della religione sicuramente influiscono sul suo modo di agire nella vita, di regolare le relazioni, sulle scelte che prende.

Tradire o non tradire allora? Non c’è una risposta precisa e univoca a questa domanda! Ognuno deve essere in grado di vivere serenamente e tranquillamente la propria vita; l’importante è quindi fare la scelta giusta per se stesso, essere coerente con le proprie idee e con ciò che sente. Se il non aver tradito mi porta a stare comunque male nella mia situazione di coppia, essere perennemente di malumore e irascibile, forse qualcosa non va; se avere una relazione extraconiugale mi porta ad avere elevati tassi di stress, agitazione, nervosismo, sensi di colpa, forse anche in questa condizione c’è qualcosa che non va! Bisogna saper vivere coerentemente la propria scelta, senza troppi conflitti, e soprattutto chiedersi se siamo in una coppiaa! Quindi, se si decide di tradire … meglio farlo di nascosto!

STEVE BENEDETTINI

I commenti sono chiusi