Psicoterapeuta • Coach • Formatore

Convinzioni limitanti o libertà mentale?

Probabilmente non ci siamo mai resi conto di come le nostre interpretazioni della vita possano metterci nelle condizioni di esprimerci completamente e liberamente rispetto a, convinzioni che possono crearci dei grossi impedimenti nel poter vivere serenamente la nostra vita.

Se ci ascoltassimo un po’ più attentamente, potremmo carpire un piccolo grande segreto a disposizione di tutti, cioè, potremmo capire quali sono i veri impedimenti per avere una vita libera.

Se ci ascoltiamo, man mano che interagiamo con le persone, potremmo scoprire come da una parte, parliamo di tutto ciò che desideriamo, tutto ciò che ci piace, tutto ciò che ci interessa, tutto ciò che vorremmo che diventasse realtà; subito dopo subentrano i PERO’, i MA, i SE, i POI ed i CHISSÀ; così quando ascoltiamo una persona che parla potremmo scoprire che vorrebbe fare certe cose, però poi c’è sempre un motivo per cui non riesce a farle, cioè degli impedimenti che cominciano proprio dalle sue convinzioni personali.

E’ così difficile? Così tortuoso il percorso della realizzazione? Vorremmo che cambiassero certe cose nel nostro rapporto di coppia, si però poi glielo spieghi tu alla moglie o al marito quello che bisognerebbe fare! Ci piacerebbe che i nostri figli fossero un po’ più… poi i PERÒ, i MA ed i SE, faranno da barriera a tutto quello che potrebbero essere i nostri desideri.

In realtà cosa stiamo dicendo, che noi non crediamo realmente e completamente ai nostri desideri, ma crediamo di più alla loro negazione, cioè, ai PERÒ, ai MA, ai SE, cioè le nostre convinzioni non sono libere, ma limitanti, sono delle convinzioni che ci faranno sentire oppressi come in un vicolo cieco, esattamente come potremmo sentirci in una prigione in questo periodo della vita.

Vorremmo sviluppare il lavoro, però c’è la crisi economica che ci mette in prigione; vorremmo avere più contatti sociali, però la convinzione e il fatto di sapere di essere timidi o chiusi ci impedisce di aprirci agli altri; vorremmo avere dei voti migliori in pagella, però poi alla fine bisognerebbe studiare di più, vorremmo essere più belli, ma tanto sappiamo di essere pieni di difetti.

Sono proprie le nostre convinzioni ad essere diventate il nostro limite.

Cosa ci impedisce quindi di essere noi stessi e di fare tutto ciò che desideriamo? Alibi veri o fittizi o convinzioni limitanti? Ogni volta che avremo nella nostra mente una negazione, cioè siamo convinti che certe cose non si possono concretizzare perché effettivamente ci sono nella nostra mente certe idee, allora non riusciremmo a realizzarle mai, perché siamo i primi che non ci credono.

Così con l’andare del tempo ognuno di noi si costruisce la mappa della sua prigione mentale, una mappa di convinzioni negative, una mappa di convinzioni limitanti ,una filosofia negativa, un modo di pensare che determinerà i nostri fallimenti e le nostre inibizioni. Ma cosa potrebbe succedere se riuscissimo a liberarci da queste condizioni limitanti e riuscissimo quindi a risolvere quei problemi, quei pensieri che abbiamo e che ci restituiscono la nostra libertà di vita?

Non potrebbe succedere, forse, che a quel punto ci sentiremmo veramente liberi di vivere, più sollevati, più positivi, più sereni? E la vita potrebbe diventare una cosa, effettivamente, interessante, motivante, positiva?

Per fare tutto questo è necessario, senza ombra di dubbio, cominciare a depennare tutti i MA, i SE , i PERÒ dalla nostra mente, perché sono proprio questi che hanno fatto da freno a mano fino ad oggi e continuano a farlo a tutte le scelte e gli sviluppi che potremmo realizzare nella nostra vita, grazie solo al fatto di crederci completamente e fino in fondo.

Ecco per cui, la vita di una persona, è determinata da tutte le sue convinzioni limitanti e dalle prigioni che tutte le obbiezioni creano e continuano a creare nella sua mente e nel suo comportamento quotidiano.

Quello che sto dicendo, è che la prigione non è nella vita reale, ma nella nostra mente ed è da lì che bisogna partire, dal modo di pensare, dal modo di credere e dalle convinzioni limitanti che condizionano la nostra esistenza per acquisire la nostra libertà di vivere.

Steve Benedettini
Psicologo Psicoterapeuta
Alpha Center

I commenti sono chiusi